RIVOLUZIONE ELETTRICA
AUDI E ENEL COSTRUISCONO INSIEME LA RETE DEL FUTURO

Oggi l'auto elettrica è il centro di una rivoluzione che sta ridisegnando il presente e futuro della mobilità in una maniera che Fabrizio Longo, direttore di Audi Italia, definisce semplicemente “irreversibile”. «In autunno introdurremo Audi e-tron, la prima Audi totalmente elettrica che apre la strada a 20 modelli nel corso dei prossimi 7 anni». 


Con l’obiettivo di creare le infrastrutture che consentiranno l’uso dell’auto elettrica su tutto il territorio nazionale, nasce una inedita partnership con il colosso italiano dell’energia elettrica Enel: «Enel ha presentato un piano che prevede l’installazione di 7000 colonnine entro il 2020, che diventeranno 14.000 entro 2022, con un investimento fino a 300 milioni di euro» conferma Francesco Venturini, responsabile Enel X, marchio con cui il produttore di energia si occupa, tra l’altro, della promozione della mobilità elettrica. 



La collaborazione tra Audi Italia e Enel X si rivela strategica anche per un altro aspetto fondamentale: lo sfruttamento delle energie rinnovabili. Come? Semplice: immaginate le auto elettriche come delle potenti batterie su quattro ruote che restano per gran parte del giorno parcheggiate e collegate a una “smart grid”, una rete di distribuzione dell’energia “intelligente”. Questa non solo si occuperà di ricaricarle, ma potrà immagazzinare temporaneamente, nelle batterie delle auto, l’energia prodotta in eccesso da fonti generose, eco-compatibili ma discontinue come il sole o il vento.


«L’Europa ci dice che dobbiamo arrivare al 30% di rinnovabili entro il 2030 - spiega ancora Francesco Venturini - il che in Italia significa più che raddoppiare la capacità produttiva, aggiungendo tra i 30 e i 40 Gigawatt». Le centrali tradizionali saranno diventate troppo costose da mantenere in funzione. Un problema al momento complesso da risolvere e del quale le auto elettriche potrebbero essere la soluzione.


La Audi e-tron, la full electric in uscita in autunno, ha un’autonomia di 500km.  

Qui sotto in un memorabile video girato in Lapponia sotto l'aurora boreale


S c o p r i   i l   m o n d o