SAVIN COUËLLE
IL GENIO È TORNATO NELLA LAMPADA


Geniale anche in questo, Savin Couëlle era già morto una volta. Annegato e recuperato da un peschereccio, mi aveva raccontato di aver visto una luce bianca e intensa, provato un senso di pace e pienezza. Non era religioso né suggestionato da alcun credo anzi, mai ho conosciuto qualcuno con un così gran fiuto per la verità. E di conseguenza anche per le bugie, comprese quelle che noi persone comuni raccontiamo a noi stessi. 



Un interno di Savin Couëlle in Costa Smeralda


La Costa Smeralda deve a Savin Couëlle buona parte della sua notorietà, non viceversa. Completò il Cala di Volpe iniziato da suo padre Jacques, ha firmato molte delle più belle, prestigiose e irripetibili costruzioni della costa ed è stato il più significativo e longevo artefice dell’architettura delle vacanze.  



Il tipo e l’archetipo

Da Jean Claude Le Suisse, suo collaboratore, amico e compagno di mille avventure a Eliane Christiansen, sua adorata decoratrice, a Tiziano Canu suo fotografo preferito e tutti gli amici artigiani e impresari vantano una ricca collezione di storie con Savin Couëlle protagonista, che ci raccontiamo in questi giorni sotto le pergole della costa che lui ha contribuito a rendere lo spettacolo che è.



Savin Couëlle con la interior designer Beatrice Bez 

Vedere l’anima di ogni luogo è, nel lavoro di architetto, una scoperta che vale come scoprire l’anima di una persona: la caratteristica delle costruzioni di Savin Couëlle in tutto il mondo - residenze private, alberghi, chiese e persino un monastero - è che l’anima del luogo ne esce sempre rafforzata e protetta.  


Nei suoi disegni ci sono più l'umorismo e l'intuizione che le simmetrie, gli angoli retti e i volumi precisi, e una continua ricerca incessante di autenticità, di quello che siamo oltre convenzioni: un io non troppo nascosto al quale siamo ancorati dalla nascita e che tutti tentiamo, con alterne fortune, di evocare. 



Una sua villa perfettamente integrata nel paesaggio di fronte a Tavolara


Savin ha compiuto 91 anni e, anche se non credo fosse tra i suoi obiettivi, ci dà la misura della sua inesauribile energia, considerato che ha consegnato il suo ultimo progetto solo pochi mesi fa. Lascia a alla Sardegna un’eredità di bellezza e tante maestranze a cui l’ha insegnata. 


A noi che abbiamo potuto vedere come affrontava con coraggio risoluto e una dose davvero eccellente di poesia le donne, i clienti e se stesso, un ricordo indelebile. Merci beaucoup.    

paolo costanzi




Scopri di più su Savin Couëlle 

https://it.wikipedia.org/wiki/Savin_Couelle

https://web.archive.org/web/20181230081717/http://www.couelle.com/




S c o p r i   i l   m o n d o