BAJA EPOQUE
PICCOLA STORIA DI BAJA SARDINIA

C'era una volta cala Battistoni, che prendeva il nome da un suo abitante grosso e pacifico di nome Battista. Nel 1962 Domenico Gentili, titolare della ditta che produceva il famoso sapone Sole, varcò il cancello di questa proprietà agricola, cui si arrivava solo per una strada bianca. 

Trattò l'acquisto di alcuni ettari in riva al mare, su cui costruire Baja Sardinia. Ci sono molti buffi aneddoti legati alla nascita del villaggio, raccolti in un libro edito da Alessandro Gentili, suo figlio. Il Ritual, discoteca storica inventata da Andrés Fiore, personaggio della Costa che fu, è ancora aperto e rilancia con le magnifiche Terrazze12. 

Oggi Baja è famosa per la sua passeggiata, i suoi alberghi, la sua spiaggia e il clima puramente vacanziero che si respira in ogni angolo. Il Phi Beach, ospitato nello splendido comprensorio di Forte Cappellini, presenta anno dopo anno una sempre più ricca line up di DJ  di fama internazionale, proprio in riva al mare. Ritual e Phi Beach hanno riportato, di fatto, Baja Sardinia ai tempi in cui era la meta nr.1 del divertimento in Costa. 


LEGGI ANCHE: 

foto composizioni: Tiziano Canu


S c o p r i   i l   m o n d o